Convention sullo stato del Circo italiano, grazie a Gianluca e Giancarlo Cavedo la Bassa è in prima fila

Quello dei circhi è un mondo del quale, sui principali mezzi di informazione, si parla sempre troppo poco. D’altro canto, nelle poche occasioni in cui gli spettacoli circensi finiscono sotto i riflettori, spesso ne esce un racconto distorto, frutto di pregiudizi e convinzioni errate che però sono dure a morire. Il circo è una vera e propria forma d’arte e, in quanto tale, in questo momento meriterebbe più attenzione e sostegno da parte del Governo.

Il lockdown ha letteralmente messo in ginocchio il settore dello spettacolo, e quella dei circhi è una delle realtà più duramente colpite da questa situazione. A tal proposito, nella giornata di mercoledì, a Roma – nella sede dell’Agis-Anec – si è svolta un’assemblea organizzata dall’Ente nazionale circhi e, a distanza di poco, la Convention sullo stato del Circo italiano.

Un’occasione preziosa per fare il punto della situazione e discutere delle prospettive future. L’importanza dell’appuntamento si desume dalla presenza del presidente dell’Enc Antonio Buccioni, dell’onorevole Federico Mollicone di Fdi (membro della Commissione cultura) e di Donatella Ferrante (che ricopre l’incarico di dirigente presso il ministero per i Beni e le attività culturali).

In prima fila si possono osservare Gianluca Cavedo e suo padre Giancarlo

Fortunatamente, anche il nostro territorio ha potuto esprimere le proprie istanze grazie a due legnaghesi. In rappresentanza del Cedac (il Centro di documentazione delle arti circensi) di Verona, infatti, si sono recati a Roma Gianluca Cavedo e suo padre, Giancarlo Cavedo, che, oltre ad essere presidente onorario del Cedac, è unanimemente indicato come uno dei dieci clown più importanti del secolo scorso.

A margine della convention, c’è stato un momento emozionante che ha visto protagonista proprio Giancarlo Cavedo. La sua figura è stata acclamata da tutti i partecipanti all’evento, che in questo modo hanno voluto rendergli omaggio per ciò che ha fatto in favore del circo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *