La Pro loco di Villa Bartolomea festeggia i suoi primi 30 anni di vita

Nonostante le restrizioni anti Covid-19 tutt’ora in vigore e il maltempo che lo scorso weekend ha flagellato l’intera provincia di Verona, quello che ha visto protagonista la Pro loco di Villa Bartolomea è stato un compleanno in grande stile. L’associazione ha festeggiato i suoi primi 30 anni di vita coniugando – com’è insito nella sua natura – divertimento, cultura e promozione del territorio.

Sabato 29 agosto, alle 21, è andato in scena lo spettacolo della Maga Giuppy, che ha allietato adulti e bambini. Nel corso della serata, inoltre, sono stati proiettati due filmati; il primo ha ripercorso la storia e le principali attività organizzate dalla Pro loco, mentre il secondo ha mostrato alcuni percorsi turistici che hanno ricordato a tutti quante bellezze architettoniche, naturali e paesaggistiche sono presenti nel comune di Villa Bartolomea.

«Dobbiamo rovesciare l’idea sbagliata della Bassa veronese come luogo sottosviluppato e povero dove non c’è nulla, idea che ci è rimasta incollata per tutto il secolo scorso e che alcuni ancora hanno. Non è così, il nostro territorio è un unicum di cui dobbiamo essere orgogliosi. Non abbiamo niente da invidiare a nessuno», ha affermato la presidente della Pro loco Maria Grazia Bertassello.

Il giorno successivo, invece, è stata la volta di “A spasso per Villa”; nel pomeriggio si è svolta una visita guidata gratuita durante la quale i partecipanti – grazie alle spiegazioni di Maria Grazia Bertassello, Giovanna Tomiolo e Monica Bernamonte – hanno potuto conoscere un po’ meglio alcuni degli edifici che caratterizzano il centro storico del capoluogo, come ad esempio Villa Ghedini, Villa San Bonifacio, la biblioteca “A. Fraccaroli” e l’Oratorio di Sant’Anna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *